Dintorni: Argentario e Maremma

Nella Costa d’Argento, dove potrete visitare le più belle spiagge della Toscana, dove il mare è cristallino e dove potrete apprezzare piatti degni dei più famosi chef stellati. A pochi minuti dalle spiagge del Monte Argentario, da Orbetello con la sua laguna e dai borghi medievali dell’entroterra.

Orbetello: in mezzo all’omonima laguna offre la possibilità di piacevoli passeggiate nella restaurata zona pedonale o sul lungolago in attesa dell’ora dell’aperitivo. Nei numerosi locali si possono gustare i tipici piatti di pesce della cucina locale. Due le manifestazioni principali: il Festival delle Crociere (tra luglio e agosto) e Gustatus (ponte di ognissanti)

Monte Argentario, Porto Santo Stefano e Porto Ercole: un promontorio che si protende sul mare ricco di natura, scogli e calette con acqua cristallina, ideale sia per gli amanti della natura che della mondanità.

Capalbio: borgo medievale di incredibile fascino, ricco di locali tipici e storia. Consigliamo una passeggiata lungo i bastioni dai quali si può ammirare il fantastico panorama che si estende da Porto Ercole al Lago di Burano.

Parco della Maremma: dalla foce del fiume Ombrone fino a Talamone (ingresso a soli 7 km dal residence), lungo la costa della magica Toscana, si estende il Parco della Maremma, una catena di colline che discende verso il mare con spiagge sabbiose e scogliere, circondata da pinete, campi coltivati e pascoli. Tra profumi intensi di erbe aromatiche e bacche colorate si possono ammirare gli animali selvatici della macchia mediterranea.

Le terre del tufo: nell’entroterra della Maremma, immersi nella natura, si trovano i paesi medievali di Pitigliano, Sovana e Sorano. Interamente costruiti nel tufo con tradizioni e luoghi di culto secolari permettono ai visitatori un vero viaggio nel passato.

Giardino dei Tarocchi: per più di 20 anni l’artista francese Niki de Saint Phalle ha lavorato a questa opera unica al mondo. 22 installazioni di varia grandezza in mosaico di vetro e ceramica che rappresentano le carte dei tarocchi.

Parco archeologico di Vulci: in riva al fiume Fiora sorgeva la città etrusca di Vulci. Il parco archeologico di recente apertura permette di passeggiare fra le rovine della città e godere del fresco del bosco sulle rive del fiume. Nel vicino castello medievale della Badia si possono ammirare i reperti ritrovati durante gli scavi archeologici. Da non perdere la tomba François, visitabile su prenotazione.

Il personale del Residence Pineta sarà lieto di consigliare ai clienti piacevoli itinerari nei paesi dell’Argentario o nell’entroterra dove è possibile scovare ancora luoghi lontani dai maggiori flussi turistici.

Non dimenticatevi di scaricare in formato pdf la guida turistica Vacanzemaremma!

Offerte & News

  • PRENOTA PRIMA 2018